Genisi.com ti regala un BUONO SCONTO DEL 10% sul primo acquisto! Registrati subito!
Chiudi

Registrati subito! Genisi.com ti regala un BUONO SCONTO DEL 10% sul primo acquisto!

Chiudi

FAQ - Domande frequenti

1. Qual è la caratteristica più importante in una perla?

Sopra ogni altra, la lucentezza è in assoluto la più importante espressione della bellezza di una perla. Per lucentezza ci si riferisce alla luce riflessa dalla superficie delle perle. Una perla di alta qualità con buona lucentezza rifletterà un'immagine speculare chiara degli oggetti circostanti, e avrà anche un contrasto distinto e netto tra la luminosità delle perle e le zone in ombra. Questo crea l'illusione di una palla luminosa all'interno di una perla. La lucentezza è senz’altro una caratteristica fondamentale che deve sempre essere associata ad uno strato di perlagione (nacre) molto buono. Il nacre nel caso delle perle coltivate con nucleo è importantissimo sia spesso e solitamente quand’è così lo è anche la lucentezza. Forme, colori, diametri e aspetti di superficie sono maggiormente legati a scelte di carattere individuale e sono molto importanti nella scelta di una perla.

2. Qual è la differenza fra una perla naturale e una perla coltivata?

Una perla naturale si forma spontaneamente in natura senza nessun intervento umano. Il processo di una perla naturale inizia quando un corpo irritante, come ad esempio un frammento o una scaglia di conchiglia, prende alloggio dentro l'ostrica o il mitilo. Come risposta di difesa, il mollusco inizierà a secernere una sostanza cristallina, detta madreperla o nacre, per rivestire l'oggetto estraneo. Questa nuova formazione perlacea continuerà ad essere rivestita di nacre e a crescere in dimensione per quanto a lungo rimarrà nel mollusco. Una perla coltivata viene formata quasi nella stessa identica maniera ma in questo caso è l'uomo che stimola il processo inserendo l'oggetto estraneo nel mollusco. Questo processo è denominato nucleazione e comporta l'inserimento di un nucleo di madreperla come agente irritante. Sia le perle naturali che quelle coltivate sono riconosciute come pietre preziose.

3. Come posso capire se le perle sono vere o false?

Le perle di imitazione sono spesso indicate come perle false, perle contraffatte o perle semi-coltivate. Quelle del tutto artificiali sono fatte di vetro, plastica o palline di conchiglia immerse in scaglie di pesce in polvere e poi immerse in una vernice. Esse non sono coltivate in ostriche o molluschi e non sono considerate pietre preziose. Si può notare la differenza tra una perla reale e una falsa solamente mettendole una a fianco all'altra. la falsa mostrerà un a superficie lucida senza nessun spessore della sua lucentezza. Un altro modo semplice per individuare una perla falsa è usare la cosiddetta prova “denti”. Quando passi la perla lungo la superficie dei denti, se si tratta di una perla coltivata o naturale sentirai un effetto granuloso (sabbiolina) se al contrario la sensazione sarà liscia e scivolosa quasi certamente hai per le mani una perla d’imitazione.

4. Quali sono i diversi tipi di perle?

Sono quattro i tipi di perle che attualmente sono disponibili nel mercato. I nomi comuni con i quali vengono identificati sono perle Akoya, perle d’acqua dolce o Fresh Water, perle Tahiti e perle dei mari del sud Pacifico o South Sea. Le classiche perle Akoya sono le perle comunemente conosciute e le dimensioni variano tra i 2 e gli 11 mm con una dimensione media tra 6 e 7mm. le perle Akoya sono le più bianche e panna ma sono anche disponibili in argento, giallo, rosa e blu. Le perle di acqua dolce sono le più conosciute per la moltitudine di forme e colori. La loro gamma di colori include il bianco, panna, creme, pesca, rosa, viola, e sfumature metalliche di pesca-viola giusto per citarne alcuni. E' importante notare che le Perle Tahitiane sono le sole perle naturalmente scure di colore.

5. Esiste un sistema di classificazione della qualità delle perle?

A differenza di altre pietre preziose, non esiste un sistema di classificazione definitiva e/o condiviso da tutti i produttori di perle. Tuttavia, per indicare la qualità, la maggior parte dei commercianti della perla utilizzano lo stesso sistema di classificazione alfabetica con la loro alta qualità rappresentata da AAA e quello più basso da una singola A. Questo sistema benché soggetto a piccole variazioni risulta essere molto utile a chi volesse capire le diversi classificazioni di una perla o di un gioiello con perle. (link a caratteristiche vedi file Grading system Ita_En)

6. Perché le perle d'acqua dolce sono più a buon mercato di quelle d'acqua salata?

La differenza di costo tra perle acqua dolce e salata è guidato dalle semplici ed universali regole dell’economia della domanda e dell'offerta. Una singola ostrica d'acqua dolce è in grado di far crescere fino a 40 perle alla volta, mentre le loro cugine d'acqua salata sono limitate a sole 2 o massimo 3 perle nel migliore dei casi. Da non sottovalutare il fattore costo di produzione che per le perle d’acqua dolce è notevolmente più basso e non ultimo, a differenza di altri molluschi i molluschi d'acqua dolce non necessitano di essere ri-nucleati per produrre un secondo raccolto di perle. Nel sacco perlifero dal quale sono state delicatamente estratte le prime perle coltivate, se rimesse in acqua si formeranno spontaneamente altrettante perle!

7. Quale colore di una perla è più adatto a me?

Mentre il colore della perla è chiaramente una scelta personale, ci sono alcune linee guida nella scelta di un colore che è più complementare a un tono di pelle specifico. Le donne con il colore della pelle chiara in genere preferiscono perle bianche con sfumature di rosa, mentre il crema ed i colori caldi come il Golden sono preferiti perlopiù da donne con carnagione della pelle più scura. I colori quali il grigio scuro, il nero e l’argento di solito esaltano e fanno risaltare tutte le tonalità di pelle.

8. Cos’è è la sfumatura cromatica in una perla?

Il colore di una perla viene valutata dalla combinazione del colore del corpo e dall’ipertono. Il Colore del corpo si riferisce al colore di base, mentre l’ipertono è fa riferimento alla presenza di un colore secondario, noto anche come “tinta”. Un colore bianco-rosa rimanda ad un colore del corpo della perla bianco con una sfumatura rosa colorata o appunto “tinta”. Tra le più rare e preziose connotazioni si possono classificare le perle bianche con un ipertono di colore rosa mentre quelle con ipertono verde sono solitamente meno richieste.

9. Qual è la lunghezza appropriata di una collana?

Si sa, un must che non può mancare tra i gioielli di una donna è la collana di perle, detta comunemente “filo di perle”. Un classico che si adatta ad ogni situazione, look ed occasione, da quella sportiva, indossato con disinvoltura con jeans e maglietta, a quella più elegante e raffinata su un tubino nero o un abito elegante o da cerimonia. Una collana di perle aggiunge stile a qualsiasi cosa si indossi, la sua lunghezza però va scelta con attenzione, per valorizzare al meglio il proprio look. La collana Girocollo, look Vittoriano, molto raffinato, ha una lunghezza di 38cm e valorizza una scollatura a “V”, a barchetta o un abito elegante. La Choker, circa 40cm, si adatta a tutte le scollature. Sembra un girocollo ma è più morbido perché non è teso. Da indossare con abito da sera ma anche nella quotidianità. Un grande classico è la Princess, circa 45cm, da indossare con ogni tipo di abbigliamento, con un pullover o su un décolleté, dall’abito informale a quello elegante e raffinato. Grande eleganza per la lunghezza Matinée, circa 55cm, perfetta per un abito lungo ma anche un maglione dolcevita. Perfetto per occasioni formali. La seducente Opera, circa 65cm, si compone di un unico filo molto lungo. Splendida con un abito da sera ma facile da portare anche con abiti casual. Instancabile, di circa 90cm, la Rope, famosa perché usata in ogni occasione da Coco Chanel, lunghezza decisamente sexy, da indossare anche con filo doppio o annodata. Da utilizzare sempre. Non dimentichiamo l’uomo che desidera indossare una collana di perle.. per lui la lunghezza consigliata è di 43/45cm, soprattutto se indossata su una maglietta con lo scollo a V.

10. Quanto dovrei spendere per le mie perle?

Oggi, con la buona disponibilità di perle coltivate a prezzi ragionevoli, che il mercato offre non c'è bisogno di spendere una fortuna per comprare le perle di qualità. Il nostro consiglio è quello di concentrarsi sulla selezione della migliore perla di qualità che possiamo ottenere con il budget a nostra disposizione. Questo farà sì che le vostre belle perle manterranno non solo il loro valore nel tempo, ma sarà anche possibile tramandarlo affinché possa essere goduto di generazione in generazione.

11. Come posso aver cura delle mie perle?

Dopo aver indossato le vostre perle, consigliamo semplicemente di pulirle delicatamente con un panno morbido leggermente inumidito. Evitare di metterle a contatto con creme e altri cosmetici e tantomeno di spruzzare sulla loro superficie lacche o profumi che con le loro sostanze alcaline ne danneggerebbero seriamente la superficie. Indossatele quindi dopo l'applicazione di cosmetici, spray per capelli e profumi. In funzione della frequenza di utilizzo consigliamo un lavaggio con un sapone delicato neutro (non il sapone liquido per piatti). Nel caso delle collane di perle passate un panno borbido u ancor meglio uno spazzolino dalle setole delicate attorno ad ogni perla eliminando le possibili impurità depositatesi sulla superficie e vicino ai nodi. Abbiate quindi cura che il filo che sostiene la collana si sia ben asciugato prima di indossarle nuovamente. E' importante custodiate le vostre perle nella confezione che avete ricevuto da Genisi lontane da altri gioielli che con la durezza dei loro metalli ne potrebbero scalfire la superficie. Se si decide di custodire le perle in un cofanetto per gioielli diverso da quello inviatovi, assicurarsi che vi siano scompartimenti separati per ogni gioiello. Le vostre perle dovrebbero essere conservati in un luogo ben ventilato e lontano da un eccessivo calore e dalla luce solare diretta. Abbiate sempre cura delle vostre preziose perle, seguite i nostri consigli e potrete senz’altro goderne a lungo.

Ogni quanto dovrei infilare di nuovo la mia collana di perle?

Quante volte si infileranno nuovamente le vostre perle dipenderà da quanto spesso verranno indossate! Se si indossa la collana di perle più o meno tutti i giorni, vi consigliamo di farla re-infilare una o due volte all’anno; sempre su seta, naturalmente, non nylon. Se le perle della collana si allentano o si nota qualsiasi spaziatura visibile tra i nodi è tempo di infilarle di nuovo. Non trascurate quest’aspetto di manutenzione perché a lungo andare, se le lasciate per troppo tempo infilate in un filo allentato rischiate persino perdano il loro asse di foratura.