Scelta classica per eccellenza, le perle Akoya sono utilizzate per realizzare collane e altri gioielli di perle che pretendono forme rotonde pressoché perfette, lucentezza a specchio e colori neutri.

 

Sono considerate complessivamente più rare e preziose delle perle d’acqua dolce, e sono la terza perla più preziosa commercialmente prodotta dopo le perle di Tahiti e quelle dei Mari del Sud.

Da Dove Provengono e Come si Producono?

 

La perle Akoya sono coltivate in acqua salata nell’ostrica Pinctada Fucata Martensii (il più piccolo mollusco perlaceo coltivato) principalmente in Giappone, Cina e Vietnam. Fra questi paesi il Giappone ne è il centro di produzione ‘indiscusso’.

 

Tra le perle d’acqua salata, le Akoya sono quelle prodotte in maggiore abbondanza e, a differenza delle loro ‘cugine’ d’acqua dolce, le ostriche raramente ne producono più di due per raccolto.

 

Le ostriche sono inseminate con un nucleo rotondo di madreperla ed un piccolo frammento di tessuto epiteliale ottenuto da un’ostrica sacrificale della stessa specie.

 

Il nucleo è importante, perché queste perle rivelano molto spesso una forma perfettamente rotonda, che, combinata con l’alta lucentezza e la relativa rarità rispetto alle perle d’acqua dolce, conferisce loro un valore generalmente superiore.

La meraviglia della rotondità

 

Le Akoya sono generalmente semirotonde o rotonde, benché ogni raccolto produca una percentuale di perle di forma diverse quali barocche, gocce e bottoni.

 

Hanno mediamente un diametro di 7 mm e possono essere potenzialmente prodotte in diametri che vanno da 1 fino ai rarissimi 10-11 mm.

 

La maggior parte delle perle Akoya rivela colori e sfumature neutri, che spaziano dal bianco al grigio, talvolta raggiungendo i toni rosa, verdi o argento.  Occasionalmente virano verso il blu con sfumature argento e rosa, ma questi colori sono estremamente rari.

Gusto classico ma non solo.

 

Le perle Akoya sono le perle del nostro immaginario: tenui, rotonde e splendide perché brillano di luce innata.

 

La classicità è la loro forza, ma grazie alla loro forma così evocativa, queste perle sono protagoniste di creazioni anche inaspettate, che sfruttano la loro bellezza e la loro perfezione di forma per realizzare gioielli dal fascino intrigante.