Quanti tipi di perle esistono?

Qual è la perla più preziosa? Qual è la perla più rara? Quali sono le perle australiane? Quali perle acquistare e/o regalare?

Esistono vari tipi di perle, suddivise in due macro categorie: le perle d’acqua dolce e le perle di mare.

A loro volta le perle d’acqua salata vengono diversificate in base al proprio luogo di provenienza e alle proprie origini, che ne determinano storia, caratteristiche, significato, qualità, prezzo e valore.

Perle d’acqua dolce

Anche dette “perle di fiume, le perle d’acqua dolce non nascono in mare, bensì nelle calme acque di laghi e fiumi.

Le perle coltivate in acqua dolce hanno per lo più una forma imperfetta –  raramente rotonda e più soventemente barocca, ovale, a goccia o a bottone – un prezzo più basso rispetto alle perle di mare e dimensioni variabili tra i 2 mm delle microperle e i 13-15 mm.

Perle giapponesi Akoya

Simbolo classico di perfezione e lucentezza, le Perle Akoya sono perle coltivate in acqua salata, principalmente in Giappone, ma anche in Cina, Vietnam e Corea del sud.

Le Perle Akoya hanno prezzi più elevati rispetto alle perle d’acqua dolce poiché considerate più rare e preziose; sono considerate la terza perla più preziosa al mondo dopo le Perle di Tahiti e le Perle dei Mari del Sud.

Perle nere di Tahiti

Le particolarissime perle nere sono dette Perle di Tahiti perché appunto provengono dalle acque salate della Polinesia Francese.

Sono famose per il loro colore unico, scuro e ricco di sfumature di colore e riflessi di luce.

Perle dei Mari del Sud

Le Perle dei Mari del Sud – o perle australiane –  sono originarie dei mari caldi, tra l’Oceano Indiano e il Pacifico, principalmente in Australia, sulla costa meridionale della Cina, nelle Filippine, in Indonesia e Myanmar.

Le Perle dei Mari del Sud sono le perle più grandi e più preziose al mondo.