perle di maiorca
perle di maiorca
Perle di Majorca

Il nome “perle di Majorca” o “perle di Maiorca” ci fa subito pensare a dei gioielli estivi, ma cosa sono veramente queste gemme così famose?

Perle di Majorca: storia e origine del nome

Il termine è stato infatti coniato dall’azienda spagnola con  sede nell’isola omonima e che produce perle di Majorca fin dal 1890: la Majorica S.A.

Dietro questo nome così suggestivo però purtroppo si nascondono perle finte, ossia perle d’imitazione create secondo un particolare procedimento artificiale in uso fin dall’inizio del XX secolo.

Cosa sono le perle di Maiorca?

Rispetto alle altre perle finte, le perle di Majorca sono molto più ingannevoli, ossia esteticamente più simili alle perle vere.

 Le tecniche di produzione di queste perle artificiali sono ancora oggi segrete, ma sappiamo che è necessaria una particolare anima di vetro opale ad alta densità e con un peso specifico paragonabile a quello delle perle naturali.

La sfera viene quindi ricoperta con ben 30 strati di un apposito liquido perlaceo, detto  “essenza d’Oriente”: una sostanza iridescente, costituita da una sospensione di guaina (microscopici cristalli provenienti dalle membrane di rivestimento delle squame dei pesci) in un liquido organico, solitamente nitrato di cellulosa, che ha funzione indurente.

I prezzi delle perle di Maiorca

La credenza comune che le perle di Majorca abbiano un costo inferiore non è del tutto veritiera. Oggigiorno infatti è possibile acquistare un filo di perle prodotte con tecnica naturale, a prezzi anche inferiori a quelli di un bracciale o orecchini con perle di Majorca artificiali

Perle di Majorca e per le di coltura: le differenze

Le differenze tra una perla di Majorca ed una perla di coltura sono molteplici.

Innanzitutto, le prime sono prodotte artificialmente dall’uomo e come tali seguono i rigidi controlli del processo manifatturiero, mentre le perle di coltura sono prodotti naturali e, sfuggendo al controllo umano, sono soggette a imperfezioni ed irregolarità.

Come secondo aspetto una perla di coltura impiega anni a formarsi e solo il 5% delle perle ottenute è costituito da gemme di valore.

La fabbricazione di una perla di Majorca, invece, ha una durata di appena qualche settimana. Come ogni prodotto fatto in serie, queste ultime non hanno peculiarità e sono perfettamente identiche tra di loro mentre non troveremo mai una perla di coltura uguale a un’altra. I difetti in questo caso diventano la caratteristica che le rende preziose.

Come riconoscere una perla vera da una falsa? Come distinguere una perla di Majorca da una perla di coltura?

Si può distinguere una perla di Majorca da una di coltura anche ad occhio nudo e senza essere esperti gemmologi. Si riconoscono dal peso, dalla rotondità perfetta e dal foro. Basta una lente a 10x per notare come in prossimità del foro la pellicola di collanti si sfaldi e venga via dal nucleo.

Condividi su:

Articoli simili