Il banchetto di Cleopatra Jacob Jordaens la leggenda delle perle
Il banchetto di Cleopatra Jacob Jordaens (1653 olio su tela _ Hermitage S.Pietroburgo)

Le perle, oltre ad essere straordinarie bellezze naturali, hanno sempre saputo ammantare le proprie origini e la propria storia con un velo di mistero e leggenda, che affascina gli uomini da secoli.

Cleopatra
Cleopatra

 

Una delle leggende più affascinanti è sicuramente quella delle perle di Cleopatra. Cleopatra, l’ultima sovrana d’Egitto e di fatto la più famosa della storia, secondo la leggenda fece una scommessa con il suo amante Marco Antonio per dimostrare il suo immenso potere e ricchezza: spendere  10 milioni di sesterzi per un solo pasto.

Secondo la Naturalis Historia di Plinio il Vecchio Cleopatra ordinò così che le fosse servito un calice pieno d’aceto, nel quale -con sorpresa di tutti- immerse uno dei suoi orecchini di perle e, non appena la perla si sciolse nel liquido, lo bevve tutto d’un fiato vincendo quindi la scommessa. 

Giovan Battista Tiepolo: Il banchetto di Cleopatra _ dettaglio
Giovan Battista Tiepolo: Il banchetto di Cleopatra _ dettaglio

 La perla era, secondo il famoso storico, “la più grossa di tutta la storia, un lavoro notevole e unico nella natura” una perla dal valore straordinario di 10 milioni di sesterzi.

Questo episodio leggendario è considerato dagli storici frutto della fantasia, ma citato in molti testi antichi e  certamente seducente oggi come allora.

CLEOPATRA: ORECCHINI O COLLANA DI PERLE? 

La leggenda -come spesso accade- differisce su qualche dettaglio; secondo alcuni infatti Cleopatra utilizzò un ciondolo con perla a goccia che indossava come collana, secondo altri invece sciolse uno degli orecchini di perle che aveva indosso. 

A prescindere da quale fosse il monile siamo in molti a chiederci quanto la leggenda possa essere veritiera quanto al completo scioglimento della perla.

Plinio non è certo il solo a parlarne, anche Orazio, Valerio Massimo e Svetonio ci narrano la storia della misteriosa perla disciolta in aceto.

Pendente con perla barocca e diamante_Genisi Pearls
Pendente con perla barocca e diamante
Pendente con perla bianca a goccia_Genisi Pearls
Pendente con perla bianca a goccia
Orecchini ad amo con perle dei Mari del Sud_Genisi Pearls
Orecchini ad amo con perle dei Mari del Sud

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA LEGGENDA DELLE PERLE DI CLEOPATRA: LA PERLE SI SCIOLGONO IN ACETO? 

Abbiamo già visto come si forma una perla e sappiamo che sono composte principalmente di carbonato di calcio; è quindi possibile teoricamente scegliere una perla in aceto ma esso dovrebbe avere un livello di acidità superiore al 7% (ossia più acido dell’aceto che normalmente troviamo in commercio) e soprattutto necessiterebbe di MOLTO tempo per decomporsi.

Il carbonato di calcio, a contatto con l’aceto, da infatti vita a un lento processo chimico in cui si trasforma in acetato di calcio producendo acqua ed anidride carbonica effervescente. 

In sintesi: è possibile sciogliere una perla in aceto come fece la nostra Cleopatra e teoricamente anche bere il liquido derivato, ma il tempo d’attesa è considerevole!

Una storia questa che ancora una volta pone l’accento sulla straordinaria astuzia e intelligenza di una delle donne più famose della storia.

La leggenda di Cleopatra però ci ricorda anche quanto le perle siano delicate e necessitino di cura: pulire le perle con costanza è un ottimo modo, semplice e veloce, per mantenere inalterata la bellezza e il valore della vostra collana di perle vere.

Scopri quale potrebbe essere la TUA perla! 

Sullo SHOP ONLINE tante idee per gioielli unici ed identificativi del tuo stile.


Articoli Correlati